Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Sab, 22/07/2017 - 20:37
sei qui: Home > Sport > Volley > Arriva la riforma dei campionati

Volley Italia

VOLLEY

Arriva la riforma dei campionati

Il Consiglio Federale ha deliberato le nuove norme per i campionati di A1 e A2

Come a lungo annunciato, arriva la riforma dei campionati. Il Consiglio Federale ha annunciato le nuove regole.

Si è tenuta a Roma la riunione del Consiglio Federale che ha deliberato le riforme dei campionati di serie A1 e A2 maschili e femminili.

"Queste le principali novità riguardanti la riforma dei campionati maschili:

L’obiettivo è quello di realizzare un progetto sostenibile dal punto di vista economico, e di qualificazione e valorizzazione dei giovani che è stato denominato “Progetto giovani”, individuando nella serie A2 il campionato nel quale realizzarlo.

-Blocco delle retrocessioni per una stagione dalla serie A1 alla serie A2 e conseguente diminuzione da quattro a due tra serie A2 e serie B1.

-Le società che parteciperanno alla serie A1 2012-13, saranno obbligate al deposito di una fideiussione di 300.000 euro (al posto dell’attuale di 200mila) che sarà escussa nel caso in cui la squadra, avendone diritto, non si iscriva al campionato di Serie A1 2013-14 (tranne il caso di cessione del titolo). L’obiettivo è quello di  evitare l’abbandono nel corso del periodo di risanamento societario.

A1 maschile 2012-2013

- 14 squadre o meno (ma non meno di 12);

- non sono previsti ripescaggi e/o reintegri in caso di rinuncia o mancata iscrizione di una società avente diritto;

- è possibile la cessione del diritto di partecipazione al Campionato;

- 3 atleti italiani sempre in campo su 7;

- restano confermate le 30 licenze per atleti Over 20 / Under 23 (nati negli anni 1990-1991-1992-1993) stranieri che la Lega provvederà a distribuire tra le società di A1 e A2, senza limitazione sull’utilizzo di atleti stranieri Under 23. Non c’è obbligatorietà di Under 23 Italiano a referto;

- Play Off aperti alle prime 12 (in caso di 14 squadre), serie classiche di Quarti, Semifinali e Finali. Per valorizzare maggiormente la Regular Season, le squadre con migliore posizione di classifica partiranno con un match di vantaggio nella serie (1-0).

A2 maschile 2012-2013

- 16 squadre o meno;

- è previsto il ripescaggio e/o il reintegro in caso di rinuncia o mancata iscrizione di una società avente diritto;

- è possibile cedere il diritto di partecipazione al Campionato di Serie A2;

- 5 atleti italiani sempre in campo;

- stessa formula in vigore da due stagioni;

- una promozione diretta in A1;

- 10 squadre ai Play Off per un’altra promozione in A1;

- due retrocessioni in caso di 15 o 16 squadre iscritte (una retrocessione in caso di 12, 13 o 14 squadre iscritte);

- se occorre una seconda retrocessione, verrà disputato un Play Out a 4 squadre.

-Viene introdotto l’obbligo della limitazione degli atleti OVER nelle gare del campionato di Serie A2, comprese le gare di Coppa Italia: massimo quattro atleti (italiani o stranieri) nati negli anni 1981 (compreso) e precedenti

-Le società che disputeranno il campionato di Serie A2 con tutti atleti Under 23 (nati negli anni 1990 e successivi) a parte i 4 atleti OVER avranno diritto di ripescaggio al campionato di A2 2013-2014 rispetto alle altre società retrocesse che hanno disputato la serie A2 nella stagione 2012-2013, fermo restando che nel caso più società abbiano rispettato tale limitazione per la graduatoria varrà la classifica dei ripescaggi; il diritto di ripescaggio vale anche per quelle società che siano già state ripescate la stagione precedente e per quelle ultime classificate.

-Sarà inoltre previsto come ulteriore incentivo un montepremi di 100mila euro da destinare ai club che utilizzano solo atleti italiani U23 (nati negli anni 1990 e successivi), con massimo 4 atleti sempre italiani over 23 (nati negli anni 1989 e precedenti).

-Incentivi per le società virtuose che porgono attenzione all’attività giovanile attraverso premi economici e di classifica dal campionato di Serie A2 2013-14 in base all’attività giovanile svolta nella stagione 2012-13. Verrà stilata una classifica e per le società posizionate ai primi 3 posti saranno previsti dei contributi economici e dei bonus di punti in classifica nel successivo campionato di serie A2 2013-2014.

Campionati femminili:

L’obiettivo è quello di realizzare un progetto condiviso di qualificazione e valorizzazione dei giovani per ovviare al fatto che le giocatrici italiane di medio livello spesso non sopperiscono alla mancanza delle atlete migliori. Bisogna dunque intervenire su questa fascia di atlete.

-Organico della serie A1 a 12 squadre e della serie A2 a 16 squadre con diminuzione delle retrocessioni da cinque a quattro tra serie A2 e serie B1.

-In considerazione dell’intero progetto di sostegno alla crescita delle giovani italiane e delle società, l’obbligo di partecipazione di atlete italiane sempre in campo nella Serie A1 sarà portato a 4 su 7 a partire dalla stagione 2014-15.

-In merito all’utilizzo di atlete straniere under 22, saranno concesse 30 licenze per atlete straniere over 19 - under 22 che la Lega provvederà a distribuire tra i club di A1 e A2 senza alcun obbligo di schierare contemporaneamente in campo un’atleta under 22 italiana.

-Non è consentito tesserare più di 2 atlete provenienti dalla stessa federazione straniera.

-Si possono iscrivere, quali società riserva in A1 o in A2, oltre alle società retrocesse, le società che nel precedente campionato si sono qualificate almeno alla fase dei Play Off nei rispettivi campionati di A2 e di B1.

-Le società retrocesse dal precedente campionato di A1 e A2 che hanno subito penalizzazioni per motivi amministrativi non possono iscriversi come società riserve e quindi non possono essere ripescate; in graduatoria dei ripescaggi subentra la società nella posizione di classifica successiva e retrocessa dallo stesso campionato.

-Se nessuna tra le società avente titolo presenta domanda quale riserva, potranno essere iscritte al campionato di Serie A, su proposta e condizioni del CdA, altre società appartenenti al Consorzio, in regola con gli adempimenti amministrativi previsti dalle condizioni di ammissione ai campionati di serie A1 e A2;

-Le società neopromosse dalla B1 dovranno adempiere al versamento di un capitale sociale di euro 30.000,00 (trentamila/00) entro il 30/09/12. Tutte le società partecipanti al campionato di serie A2 2012/2013 dovranno elevare il proprio capitale sociale a euro 60.000,00 (sessantamila/00) entro il 31/12/12. Al momento dell'iscrizione al Campionato di serie A2 2012/2013, le società neo promosse dalla B1 dovranno avere ottemperato al pagamento del 100% di quanto dovuto ad atlete e tecnici; tutte le altre le società dovranno avere ottemperato al pagamento del 70% di quanto dovuto ad atlete e tecnici; tutte le società di A2  devono costituire una fidejussione di euro 35.000,00 (trentacinquemila/00) con primario istituto bancario in favore dei propri tesserati.

-Blocco dei tesseramenti nella finestra di mercato di gennaio per le squadre non in regola con i pagamenti atlete al 30 novembre.

A1 femminile 2012-2013

-12 squadre. Regular season: 22 giornate

-almeno 6 italiane a referto delle quali almeno 3 sempre in campo su 7

-Le prime 8 al termine della regular season sono qualificate ai play off scudetto

-2 squadre retrocedono in A2

A2 femminile 2012-2013

-16 squadre. Regular season: 26 giornate

-previsto ripescaggio o reintegro in caso di rinuncia o mancata iscrizione di società aventi diritto soltanto per raggiungere il numero di 14 o 16 squadre; qualora tutte le 17 società aventi diritto dovessero essere ammesse al campionato, non si procederà comunque ad alcun ripescaggio e il campionato si disputerà a 17 squadre

-Una promozione diretta in A1

-4 squadre ai play off per un’altra promozione in A1

-4 retrocessioni in B1

-Introdotto l’obbligo della limitazione delle atlete Over nella misura di massimo 4 atlete (italiane o straniere) nella stagione 2012/13 (nate negli anni 1983, compreso, e precedenti)

-Incentivi per le società virtuose che porgono attenzione all’attività giovanile attraverso premi economici e di classifica dal campionato di Serie A2 2013-14 in base all’attività giovanile svolta nella stagione 2012-13. Verrà stilata una classifica e per le società posizionate ai primi 3 posti saranno previsti dei contributi economici e dei bonus di punti in classifica nel successivo campionato di serie A2 2013-2014".

Fonte: www.federvolley.it

Sab, 05/05/2012 - 21:39
Stampa