Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Lun, 27/03/2017 - 21:10
sei qui: Home > Salute > Ambiente > Stop air gun: domenica 4 dicembre manifestazione a Taranto

Ambiente Italia

ricerche petrolio

Stop air gun: domenica 4 dicembre manifestazione a Taranto

Salviamo i delfini e le persone che vivono nel Golfo

di Redazione Basilicata24

Stop air gun: domenica 4 dicembre manifestazione a Taranto

Se salviamo i delfini, salviamo anche la bellezza, il mare, la storia e il futuro delle persone che vivono nel Golfo di Taranto. I delfini esistono da milioni di anni e possono raccontarci la storia. Se salviamo loro, avremo contribuito a salvare la nostra storia. E’ con questo spirito che domenica 4 dicembre si svolgerà a Taranto, la manifestazione pacifista ‘Salviamo i nostri Delfini e il nostro Mare", organizzata da un gruppo di cittadini, da associazioni animaliste, ambientaliste e sportive, per chiedere di vietare l’utilizzo dell’air gun per la ricerca di idrocarburi in mare. Le attività di prospezione petrolifera con air gun approvate dal Ministero dell’Ambiente riguardano circa i 2/3 terzi dell’intero golfo di Taranto con il permesso di prospezione petrolifera della Schlumberger, circa 4030 Kmq di mare che saranno sottoposti alla tecnica dell’air gun. Il golfo di Taranto è unico nel suo genere per le sue caratteristiche geologiche (anche per la presenza di piccoli vulcani sottomarini), di fauna, di flora, della qualità superiore del pescato, per la presenza delle aree "nurse" e delle "biocenosi" (aree dove si riproducono le specie marine). Un mare ricco di reperti archeologici della magna Grecia e dove purtroppo per noi c’è il rischio anche che siano state affondate delle navi con carichi tossici e anche radioattivi. Bombardare i fondali del golfo di Taranto con la tecnica dell’air gun significherebbe mettere a rischio flora, fauna, reperti archeologici ancora non portati alla luce, con il rischio di smuovere anche eventuali affondamenti di fusti di materiale tossico e radioattivo. L’appuntamento è fissato per le ore 10,sulle imbarcazioni in mare , che in terra, vicino al Monumento al Marinaio sul lungomare di Taranto E' stata avviata anche una petizione online da Marevivo e Jonian Dolphin Conservation che ha già raccolto 40mila adesioni.

NoScorie Trisaia

Sab, 03/12/2016 - 16:05
Stampa