Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Dom, 25/06/2017 - 10:05
sei qui: Home > Politica > Berlusconi ha la fiducia con 316 voti

Politica Italia

Berlusconi ha la fiducia con 316 voti

La maggioranza richesta era di 309 voti. Decisivi i radicali

di Redazione Basilicata24

Berlusconi ha la fiducia con 316 voti

La Camera ha confermato la fiducia al governo. I voti a favore sono stati 316, 301 i contrari. La maggioranza richiesta era di 309 voti. I votanti in tutto sono stati 617. Il risultato è stato accolto da un forte applauso dai deputati di maggioranza.

Cinque deputati radicali hanno partecipato alla votazione sulla fiducia nell'Aula della Camera. I Radicali, gli unici dell'opposizione a rispondere alla prima chiama, hanno votato tutti contro la fiducia.

Né Luciano Sardelli né Santo Versace hanno risposto alla seconda chiama della votazione sulla fiducia in corso nell'Aula della Camera. Claudio Scajola ha votato la fiducia.

Con l'ottenimento di 316 sì al voto di fiducia, il governo si è assicurato la maggioranza assoluta della Camera che conta 630 deputati. Seppur di un solo voto, dunque, l'Esecutivo si è dimostrato autosufficiente. Tanto da rendere ininfluente al fine del raggiungimento del numero legale (strategia portata avanti dalle opposizioni fino ad oltre la metà della seconda chiama) la partecipazione al voto dei radicali che non hanno seguito le indicazioni del loro gruppo di appartenenza (il Pd).

scale del Palaexpo dopo aver sfilato per le strade del centro.

BERSANI, GOVERNO MORIRA' DI FIDUCIA - ''Il governo morira' di fiducia e l'alternativa ora e' rafforzata''. Lo dice il segretario del Pd Bersani commentando il voto della Camera.

ALFANO, MAGGIORANZA NUMERICA E POLITICA PIU' FORTE - ''Una fiducia a numeri pieni: abbiamo la maggioranza numerica e politica''. Cosi' il segretario del Pdl Angelino Alfano, dopo il voto di fiducia. Il governo ''esce rafforzato e prosegue nell'attivita' di governo e nelle riforme'', aggiunge. Insomma, la maggioranza e' ''certamente piu' forte''.

CASINI, LO HA SALVATO PISACANE, IN 150/MO CI STA - Nel 150/mo anniversario dell'Unita' d'Italia ci sta che a salvare il governo sia stato Pisacane. Questo il commento ironico al voto sulla fiducia del leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini con riferimento al voto di Michele Pisacane, deputato di Noi Sud. ''Questi - ha detto Casini conversando a Montecitorio e riferendosi ai deputati della maggioranza - non hanno capito che Berlusconi fara' sciogliere le Camere dopo Natale''.

FRANCESCHINI, A OGNI FIDUCIA PERDONO PEZZI - ''E' evidente che ad ogni voto di fiducia perdono pezzi. Noi ci proviamo ogni volta e loro per giorno avevano detto che erano 320, 322... ogni voto di fiducia calano di 1,2,3. Di questo passo non siamo molto lontani''. Cosi' il capogruppo Pd, Dario Franceschini, commenta l'esito del voto di fiducia.

MARONI, ANCHE DA PADANO APPREZZO CABALA SUL 14 - "Pur essendo padano mi piace questa cabala del 14". Così il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, commenta scherzando la coincidenza del numero 14, stesso giorno in cui nel dicembre di un anno fa il governo aveva ottenuto la fiducia dopo lo strappo con Gianfranco Fini. Il governo ora va avanti? "Certo, yes!", risponde allegro il ministro.

Ven, 14/10/2011 - 15:43
Stampa