Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Gio, 22/06/2017 - 21:34
sei qui: Home > Cronaca > Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni

Cronaca Italia

25 arresti

Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni

Spacciavano a scuola. Decapitata banda che operava tra Matera e Taranto

di Redazione Basilicata24

Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni

Il sodalizio criminale operava tra Taranto, Matera, Ferrandina, Salandra e San Mauro Forte. Era dedito allo spaccio e traffico di droga e reati predatori in danno di anziani e disabili Le ordinanze eseguite all'alba di giovedì 25 ottobre scaturiscono da una complessa attività d’indagine, condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Pisticci  e diretta dal Comando Provinciale di Matera. 

PIU' CONSUMATORI PIU' SPACCIATORI. Nel Giugno 2009, il Comando carabinieri di Pisticci eseguì 9 ordinanze per l’applicazione di misure cautelari nei confronti di soggetti di Ferrandina responsabili, a vario titolo, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in quel territorio. L’indagine aveva portato alla luce un sistematico approvvigionamento di stupefacenti a Taranto, senza però svelare l’identità degli spacciatori di quel territorio. L’intervento con misure cautelari, generò delle variazioni negli equilibri nel mercato illecito di stupefacenti, fornendo a nuovi soggetti l’opportunità di inserirsi nel mercato illecito.  Il proliferare dei consumatori ha, così, accresciuto la domanda di sostanze psicotrope, creando, di conseguenza, un’appetibile opportunità per nuovi soggetti ancora ignoti alle Forze dell’Ordine. Nella mattinata di oggi (24 ottobre) i carabinieri della Compagnia Carabinieri di Pisticci, supportati, in fase esecutiva, da militari del Comando Provinciale di Matera e di Taranto, nonché da un elicottero del VI Elinucleo di Bari e da quattro unità cinofile di Tito e Modugno, hanno dato  esecuzione alle ordinanze di custodia cautelare personali, emesse dal gip della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera, Rosa Bia.

ARRESTATI E DENUNCIATI. Pancrazio Abate, classe 1984, Vincenzo Balzo, classe 1980, Beneventi Michele, classe 1991, Brandi Trentino Michele, classe 1987; Caforio Michele, classe 1988; Cantarella Vito, classe 1989; Conte Stefano, classe 1988; Dantoni Alessandro, classe 1987; Deoregi Giuseppe, classe 1988; Halaj Argit, classe 1991; Iacovino Antonio, classe 1991; Loscalzo Rocco, classe 1988; Luongo Simone, classe 1987; Marangione Maria, classe 1963; Mastrangelo Giovanni, classe 1985; Mele Francesco, classe 1960; Montefinese Antonio, classe 1991; Montefinese Gianpiero, classe 1986; Montefinese Michele, classe 1989; Morelli Cataldo, classe 1987; Pennuzzi Gianfilippo, classe 1989; Pennuzzi Leonardo, classe 1990; Scialpi Cosimo, classe 1973; Staffieri Vito, classe 1981; M. F., classe 1986 (non eseguito). Altre 38 persone sono state denunciate in stato di libertà per la cessione di sostanze stupefacenti e raggiunte da avviso di garanzia.

LE INDAGINI. Già dalle prime indagini erano emerse transazioni illecite da parte di alcuni giovani di Ferrandina che sono stati poi pedinati dai carabinieri. I contatti che questi avevano oltre a determinare dei riscontri per le indagini, hanno permesso di scoprire che il gruppo andava a rifornirsi a Taranto e le modalità con cui la droga veniva trasportata a Ferrandina in modo da eludere i controlli delle forze dell’ordine. Dalle indagini è emerso che gli stessi giovani commettevano una sierie di reati predatori per pagare lo stupefacente. Da queste indagini è emersa una intensa attività di rifornimento a Matera, dove nuove figure autonome rispetto a quelle pugliesi, gestivano il traffico. Da Matera poi la droga veniva rivenduta a  Ferrandina, Salandra e San Mauro Forte. La droga veniva spacciata all'interno delle scuole e a minori. In alcuni casi si è riscontrato che le dosi venivano cedute a ragazzini di 14 anni. Il prosieguo delle indagini ha permesso di provare che l'eroina proveniva da Taranto e in particolar modo dal rione Tamburi e l'hashish da Matera. Il quadro globale fornito dalle investigazioni ha fatto emergere da un lato una disarticolata quanto vasta rete di spacciatori operanti in Taranto, Matera e nella provincia materana, che in parziale autonomia e con propri canali di approvvigionamento, si adoperavano in una capillare distribuzione al minuto di hashish, marijuana, eroina e in alcuni casi anche di cocaina e subxone; dall’altro è emersa una serie di reati “predatori”, finalizzata proprio a finanziare i rifornimenti di stupefacente. Vittime di questi reati sono stati anziani e portatori di handicap di Salandra, Ferrandina e di Pisticci. Molti degli spacciatori sono risultati anche assuntori, che per finanziarsi l'uso di droga erano entrati nel giro dello spaccio.

 

 

Gio, 25/10/2012 - 13:03
Stampa
Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 0Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 1Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 2Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 3Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 4Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 5Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 6Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 7Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 8Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 9Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 10Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 11Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 12Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 13Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 14Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 15Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 16Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 17Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 18Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 19Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 20Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 21Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 22Vendevano droga ai ragazzini di 14 anni - immagine 23