Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Gio, 22/06/2017 - 21:34
sei qui: Home > Cronaca > Pollino, i sindaci chiedono lo stato d'emergenza

Cronaca Italia

TERREMOTO

Pollino, i sindaci chiedono lo stato d'emergenza

Dopo il sisma del 26 ottobre scorso

di Redazione Basilicata24

Controlli agli edifici Controlli agli edifici

Gli amministratori si rivolgono al Governo per affrontare le situazioni di difficoltà causate dal terremoto dello scorso 26 ottobre al confine tra Calabria e Basilicata, nell'area del Parco nazionale del Pollino

I sindaci del Pollino nella mattinata di venerdì 2 novembre, a Rotonda, nella sede dell'Ente Parco, hanno costituito il Coordinamento interregionale tra i Comuni lucani e calabresi. Lo guideranno i sindaci di Mormanno (Cosenza), Guglielmo Armentano, e di Rotonda (Potenza), Giovanni Pandolfi, i due Comuni maggiormente colpiti dal terremoto. Inoltre il presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra, ha già chiesto un incontro urgente al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Catricalà, «al quale farò presente - ha sottolineato - che i danni riguardano sia il patrimonio privato sia quello pubblico». «Armentano e Pandolfi - ha spiegato Pappaterra - chiederanno invece un incontro urgente ai Presidenti delle Regioni Calabria e Basilicata, Giuseppe Scopelliti e Vito De Filippo, affinchè vengano uniformati gli interventi. È appunto questo il senso del coordinamento interregionale dei sindaci - ha proseguito Pappaterra - questo deve essere considerato come il terremoto dell'area del Pollino, e non come quello calabrese o quello lucano». Nel corso della riunione dei sindaci, è stata posta particolare attenzione anche al grido d'allarme lanciato dagli operatori turistici, che in questi giorni hanno ricevuto numerose disdette, anche per i prossimi mesi. 

Ven, 02/11/2012 - 18:21
Stampa