Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Mar, 25/07/2017 - 21:20
sei qui: Home > Cronaca > Alluvionati, buone notizie per la Puglia

Cronaca Italia

Lotte

Alluvionati, buone notizie per la Puglia

Terre Joniche: abbasseremo la guardia solo quando leggeremo l'ordinanza

di Redazione Basilicata24

Gianni Fabbris Gianni Fabbris

“Nelle prossime ore il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti adotterà l’ordinanza di dichiarazione di emergenza per gli eventi alluvionali di Ginosa dei primi di marzo 2011”. Lo ha annunciato il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola che giovedì mattina a Roma ha incontrato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Antonio Catricalà per un confronto sugli aiuti ai territori colpiti dagli eventi alluvionali dei primi giorni di marzo quest’anno. L’incontro sollecitato più volte dal Presidente Vendola al Governo Berlusconi mai ottenuto è stato invece concesso dal sottosegretario nel giro di pochissime ore. Catricalà è stato accompagnato da un gruppo di autorevoli tecnici coordinati dal Ragioniere generale dello Stato e dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Prefetto Franco Gabrielli.“Nei mesi scorsi - ha ribadito Vendola - ho richiesto piu volte al precedente Governo di considerare la assoluta anomalia nella quale si trovava la Puglia. La medesima alluvione cioè (quella dei primi di marzo che ha visto l’esondazione del bacino bradanico e contemporaneamente ingentissimi danni ai territori dello Ionio) aveva provocato, da parte del Governo, due trattamenti diversi. Da un lato la Basilicata, Regione per la quale era stata adottata l’ordinanza e dall’altra invece il territorio di Ginosa che, pur avendo subito ingenti danni, non aveva ricevuto nessuna attenzione. Ora il sottosegretario Catricalà – ha concluso Vendola – mi ha assicurato che il Governo ci riconoscerà la natura di territorio colpito da un evento naturale, una strada che ci permetterà quanto prima di avviare una ricognizione di danni. Mi sembra un segnale assolutamente positivo e di attenzione verso tutti coloro che stanno ancora soffrendo. Infine in questo modo trovano finalmente un corretto assetto amministrativo le risorse già stanziate dalla Regione Puglia che ammontano a un milione e seicento mila euro”.


Soddisfazione viene espressa dal portavoce del comitato Terre Joniche, Gianni Fabbris. "Si profila un altro risultato della mobilitazione del Comitato TerreJoniche: l’ordinanza con la nomina del Commissario per l’Alluvione per Marina di Ginosa è “politicamente”  sbloccata". "Noi-aggiunge Fabbris- considereremo chiusa questa prima parte della nostra vertenza, quando “una delle donne del nostro comitato potrà leggere in assemblea il testo dell’ordinanza per la Puglia come è stato per la Basilicata”. Quando avverrà potremo dire di aver fatto un buon lavoro, un lavoro costruito con il sacrificio di cittadini capaci di tenere per nove mesi la barra dell’autonomia e di impegnarsi con grande sacrificio in una vertenza difficile e complicata. Un lavoro che sta dimostrando come si possa tenere un rapporto utile fra cittadini ed istituzioni e si possa avere rapporti con la politica senza “stare con il cappello in mano” e senza “urlare a tutti i costi”.


  


 

Gio, 15/12/2011 - 23:32
Stampa